E’ molto difficile parlare di una manifestazione sportiva nel pieno dell’emergenza dettata dalla lotta al Corona Virus. Ciò che vogliamo, è trattare la questione della Placentia Half Marathon con la massima discrezione e con l’unico sincero intento di non pesare in alcun modo sulla città.

Ora è il momento di concentrare ogni sforzo al superamento dell’emergenza, anche stando vicino moralmente a chi si trova in prima linea - istituzioni, sanitari, forze dell’ordine - accettando e promuovendo le regole stabilite. Anche per noi che abbiamo sempre ritenuto e promosso l’attività fisica all’aperto, è arrivato il momento di fermarsi. Non fosse altro che per dimostrare la nostra solidarietà e vicinanza nei confronti di chi stà lottando all’interno degli ospedali per salvare la propria vita o per aiutare gli altri.

 

Anche nella remota ipotesi in cui l'emergenza corona virus finisse in un giorno, così come ce la siamo ritrovata, non saremmo più in grado di organizzare la manifestazione con le stesse modalità e lo stesso stato d’animo degli anni passati.

 

Per rispetto di tutti coloro che partecipano o contribuiscono alla realizzazione della manifestazione, non possiamo fare altro che annullare la gara:

per gli atleti, perchè devono avere la possibilità di vivere una giornata di sport, in piena serenità e sicurezza;

per i nostri “sponsor”, che ci hanno sempre accompagnato, ancor più che per il ritorno economico che speravano di ottenere, per stima e considerazione personali;

per tutti coloro che donano il loro tempo ed il loro impegno per la realizzazione della manifestazione; non sono solo gli amici, volontari appassionati della corsa ed in gran parte appartenenti ai gruppi podistici locali. La caratteristica principale di Placentia Marathon è di aver coinvolto tutte le forze positive della città, dando vita ad un sistema di collaborazioni che è il suo vero più importante e riconosciuto successo. I primi “sostenitori ed organizzatori”  sono le Istituzioni civili e militari, le forze di polizia e un particolare tipo di associazioni che potremmo definire, magari in modo non particolarmente appropriato, “istituzionali”, formati da alcuni professionisti e tantissimi volontari (dal 118 Piacenza soccorso alla Protezione Civile, dalla Croce Rossa Italiana alle Associazioni di Pubblica Assistenza e della Misericordia….oltre 400 persone)

 

Proprio coloro che adesso si stanno battendo contro questo nemico invisibile. 

Se anche l’emergenza finisse domani, non si potrebbe chiedere proprio ancora a loro, di impegnarsi in una manifestazione sportiva.

 

Di una sola cosa non è possibile dubitare: questo terribile periodo passerà e questo nostro Paese tornerà ad essere migliore di prima. Se il Sindaco di Piacenza ed i rappresentanti delle altre Istituzioni locali, dovessero ritenerlo opportuno, ci porremmo a disposizione, già il 3 maggio o quando sarà possibile, ad organizzare una festa in onore di tutti coloro che adesso sono in prima linea per la nostra difesa.

 

Una festa di sport e solidarietà, con la voglia di stare insieme, come è sempre stata e dovrà sempre essere la Placentia half Marathon.

 

Una festa per il ritorno alla normalità.

 

Alessandro    Pietro

 

Dove:

Piazza Cittadella Piacenza PC Itálie

Quando:

  • Placentia Half Marathon: 03/05/2020
  • Entry changes: 03/05/2020
Piazza Cittadella Piacenza PC Itálie